Occupazione suolo pubblico

Servizio riguardante la richiesta di occupazione del suolo pubblico.

Le occupazioni di suolo pubblico possono essere permanenti o temporanee:

  • sono permanenti quelle di carattere stabile, effettuate a seguito di un atto di concessione, aventi durata non inferiore all’anno
  • sono temporanee le occupazioni di durata inferiore all’anno

A chi si rivolge

Chiunque debba occupare spazi soprastanti il suolo pubblico, cioè spazi e aree appartenenti al patrimonio del Comune, nonché quelli di proprietà privata soggetti a servitù di pubblico passaggio, deve presentare richiesta sottoscritta all’amministrazione comunale.

Accedere al servizio

La richiesta di occupazioni temporanea, in marca da bollo di 16,00 euro, deve essere presentata al protocollo 15 giorni prima dell’inizio lavori, allegando un’ulteriore marca da bollo da 16,00 euro che verrà apposta sull’autorizzazione rilasciata dal comune.

In caso di utilizzo di aree normalmente adibite alla sosta dei veicoli, è necessario il posizionamento della segnaletica stradale e a norma del Codice della Strada, 48 ore prima dell’inizio del lavori, con l’indicazione dei giorni in cui verranno eseguiti i lavori.

Cosa serve

Alla richiesta di occupazione del suolo pubblico va allegata:

  • copia del documento di identità
  • eventuale copia della concessione edilizia o copia della comunicazione all’Ufficio Urbanistica per l’esecuzione di opere di ordinaria/straordinaria manutenzione, per le quali dichiara di non aver ricevuto pareri negativi oppure copia della comunicazione di Attività Edilizia Libera.
Modulistica relativa il servizio

Costi e vincoli

Tutte le operazioni dovranno essere condotte adottando le cautele e le misure preventive atte ad evitare danni o pericoli alle persone e alle cose.

L’Amministrazione Comunale si intende sollevata da responsabilità civili e penali che dovessero sorgere conseguenza di dette operazioni anche se autorizzate. Qualsiasi danno al suolo pubblico provocato anche accidentalmente sarà segnalato si settori competenti per attuare le procedure necessarie al risanamento ed il risarcimento del danno. Chiunque non osserva le prescrizioni generali ed eventuali altre particolari descritte dall’atto di concessione rilasciata dall’Amministrazione, è soggetto alla revoca immediata dell’autorizzazione ed al pagamento delle conseguenti sanzioni amministrative.

L’autorizzazione rilasciata deve essere sempre disponibile sul luogo dell’occupazione per poter permettere eventuali controlli che l’Amministrazione dovesse ritenere opportuni. La Polizia Municipale o il personale del settore tecnico, potranno svolgere controlli sull’area occupata e l’attività sportiva svolta per la rispondenza di queste alla dichiarazione rilasciata.